Categorie: Gabriele tra noi Lascia un commento

Quella carezza sulla fronte

Scrivo da Montesilvano (PE) queste poche righe per raccontare la malattia di mio padre Luigi e per ringraziare San Gabriele per averlo guarito qualche anno fa.

Mio padre era stato ricoverato in ospedale per affrontare un piccolo intervento di routine. Tutto era andato nel migliore dei modi, ma, dopo qualche giorno, aveva cominciato ad avere febbre sempre più alta. Entrato in un primo momento per una semplice influenza, in una settimana si ritrovò di nuovo in ospedale in preda a una gravissima infezione che, in pochi giorni, gli aveva compromesso tutte le funzioni vitali e lo aveva ridotto in fin di vita. Infatti i dottori non ci avevano dato nessuna speranza.

Dopo alcuni giorni in cui mio padre si era veramente trovato tra la vita e la morte, pian piano cominciò lentamente a migliorare. Solo dopo che mio padre si era sentito un po’ meglio, una nostra parente ci raccontò di aver sognato San Gabriele che dormiva vicino a mio padre. Nel sogno San Gabriele, alla sua richiesta di aiuto, si avvicinò a mio padre e gli accarezzò la fronte. In effetti dopo quel sogno lui aveva cominciato lentamente a migliorare.

Così, dopo alcuni mesi, siamo venuti tutti con le nostre famiglie a ringraziare San Gabriele per questo grande dono che ci ha fatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *